parallax background

Tecnica di fecondazione alternativa

Aprire un bed and breakfast: consigli utili per aprire un B&B
16 Novembre 2016
Appartamenti e case vacanze a Venezia: intervista con un’esperta del settore
13 Novembre 2019

Quando è consigliato l'ICSI?

  • La microiniezione intracitoplasmatica viene eseguita a bassa concentrazione (oligozoospermia) e motilità (asthenozoospermia) degli spermatozoi o di un gran numero di cellule germinali di struttura anormale nell'eiaculato (teratozoospermia). In questi casi, il numero di spermatozoi attivi e morfologicamente corretti potrebbe non essere sufficiente per una fecondazione in vitro di successo.
  • quando si rimuovono gli spermatozoi dai tessuti del testicolo o dal suo epididimo con un metodo chirurgico (azoospermia ostruttiva o non ostruttiva).
  • con eiaculazione retrograda o utilizzando sperma crioconservato.
  • nel caso di ottenere un piccolo numero di uova durante il processo di puntura. Di solito, non esiste una correlazione diretta tra il numero di ovociti recuperati e le prestazioni della fecondazione in vitro, ma l'uso della tecnica ICSI fornisce un tasso più elevato di fecondazione riuscita, escludendo la possibilità di penetrazione accidentale di due spermatozoi nell'ovocita (fecondazione anormale) e come , il risultato è prevedibile.
  • in caso di scarso successo o completa assenza di fecondazione quando si utilizza la fecondazione in vitro standard nei precedenti protocolli di trattamento.
  • se la causa dell'infertilità è un fattore immunologico. La presenza di anticorpi antisperma in una donna o una grave agglutinazione dello sperma nell'eiaculato di un uomo può interferire con il processo di fecondazione in vitro.
  • se è previsto uno studio genetico preimpianto.

Come viene eseguita la procedura ICSI?

L'embriologo seleziona accuratamente al microscopio gli spermatozoi migliori e più attivi per la fecondazione degli ovociti. La coda dello sperma selezionato viene traumatizzata con la punta di un sottile ago di vetro, quindi con il suo aiuto questo sperma immobile viene accuratamente iniettato nel citoplasma dell'uovo.

In alcuni casi, vengono utilizzate opzioni aggiuntive per migliorare l'efficienza della selezione dello sperma per ICSI. Nella clinica della genetica della riproduzione Canadian Medical Care, quando si selezionano i gameti, vengono valutate non solo la loro struttura e mobilità, ma anche la maturità e la preparazione per la fecondazione. La selezione accurata dello sperma non solo garantisce un elevato successo di fecondazione, ma ha anche un effetto positivo sulla qualità degli embrioni formati.

In generale, per ICSI, il numero di spermatozoi ammissibile richiesto è correlato al numero di ovociti maturi ottenuti. Tuttavia, anche con la presenza di singoli spermatozoi, la possibilità di diventare genitori di un bambino diventa abbastanza reale.

Quanto è sicura la procedura ICSI?

Certo che è sicuro! E la migliore conferma di ciò sono i milioni di bambini nati dai loro genitori utilizzando il metodo ICSI. Ma anche 20 anni fa, tali genitori non potevano sperare in un concepimento di successo!

Come scegliere un metodo di fertilizzazione?

Per quanto riguarda il metodo di fecondazione, la decisione finale sul metodo di fecondazione viene presa dagli embriologi e dal medico dopo la puntura dei follicoli della donna e la valutazione della qualità dell'eiaculato dell'uomo, che viene segnalata alla coppia. Con queste importanti informazioni, gli specialisti, insieme ai pazienti, possono tenere conto di tutti i pro e contro e scegliere la migliore soluzione in ogni singola situazione per ottenere il miglior risultato.

Camere

Ricordiamo che le superfici minime delle camere sono di 9 mq per le singole, di 14 per le doppie/matrimoniali, di 20 mq per le triple e infine di 26 mq per le quadruple. In tutte l’altezza minima dei soffitti è fissata a 2,70 m ad esclusione dei comuni montani sopra i 700 m di altitudine nei quali sono ammessi i 2,40 m. Per ogni letto tradizionale aggiunto sono richiesti 6 mq in più mentre per un letto a castello ne basta 1. Gli appartamenti turistici classificati e affittati come monolocali, se destinati ad un solo ospite, devono avere una superficie minima di 28 mq, se destinati a due ospiti invece di 38 mq. In questi monolocali sono ammessi posti letto anche sui divani-letto. Per quanto riguarda l’arredo della camera dovrà essere presente, come negli hotel, un armadio anche se di ridotte dimensioni, preferibilmente in nicchia (se è disponibile dello spazio a frontalmente si potrà optare per la soluzione ad ante scorrevoli). Internamente consigliamo sempre di attrezzarlo con vani dotati di bastone appendiabiti, mensole e un ripiano inferiore per le scarpe. Questa soluzione permette di stivare tutto all’interno dell’armadio lasciando sempre un aspetto ordinato nella stanza. I cassetti sono invece sempre meno richiesti per via del poco tempo di permanenza degli ospiti nelle strutture. Centrale nella stanza è il sistema letto, con un giroletto in legno oppure imbottito ed una testiera staccata o integrata. I letti possono essere del tipo matrimoniale oppure singoli accoppiabili all’occorrenza. I comodini possono essere configurati con vani a giorno a terra e quindi facilmente spostabili o in alternativa essere costituiti da semplici mensole a muro, soluzione che però costringe il letto in una posizione non modificabile. La versione con cassetto invece, richiesta più negli hotel tradizionali, è un’opzione sicuramente più gradevole esteticamente, ma un po’ meno pratica, soprattutto per quanto riguarda la pulizia. Completano l’arredo di una camera la consolle-scrivania, sulla quale van posizionati bollitore per tè, tazze e bicchieri, carta da lettere e penna, oltre ad un elenco di numeri utili e brochure attinenti ai servizi offerti dalla struttura. Negli affittacamere e B&B trovano posto anche i posa-valigia e il pannello per la tv posizionato di fronte al letto. Spesso negli appartamenti il posa-valigia viene posizionato in altri luoghi, magari in uno spazio accessorio, mentre si può decidere che la televisione sia presente solo in soggiorno. In generale è importante che l’arredo, coordinato coi tendaggi e con l’atmosfera generale e i colori della struttura, trasmetta non solo un’idea di coerenza tra le varie stanze, ma che sia legato in qualche modo all’immagine che il proprietario vuole trasmettere di sé e del luogo in cui è immersa la sua attività. In una parola: che abbia personalità.

RICHIEDI UNA CONSULENZA GRATUITA

Soggiorno

Il soggiorno è obbligatorio per i B&B e per gli appartamenti turistici. Esso deve essere dotato di almeno una finestra, avere una superficie minima di 14 mq e un’altezza non inferiore ai 2,70 metri. Il soggiorno può essere unito alla zona cottura e in tal caso quest’unico spazio dovrà avere una superficie minima di 18 mq. L’arredo è simile a quello di un normale appartamento residenziale con alcune differenze; bisognerà in primo luogo fare attenzione ai tessuti di divani e poltrone i quali dovranno essere preferibilmente di tipo sfoderabile e in tessuto antimacchia. È consigliato un tavolino da caffè per attrezzare lo spazio tra i divani dove troverà posto anche un grande tappeto. Il mobile per la televisione potrà essere di tipo aperto, con vani a giorno, oppure con ante e cassetti qualora il proprietario della struttura ritenga di aver bisogno di stivare al suo interno suppellettili e oggetti non gradevoli alla vista come per esempio piatti e bicchieri non gradevoli alla vista. Il mobile poi potrà essere appoggiato a terra come le tradizionali madie, oppure sospeso. Se da una parte si guadagna in spazio a disposizione dall’altra il mobile sospeso dà un’idea di maggiore leggerezza e permette una più facile pulizia. Sopra il mobile tv, se necessario, si potranno prevedere dei pensili chiudibili tramite anta a ribalta o aperti e configurati in vani a giorno. Come nell’immagine si può pensare di aggiungere anche un armadio in soggiorno, che arreda e al contempo conferisce ancora maggior spazio. In alcuni casi il padrone di casa potrebbe decidere di chiuderlo a chiave e aprirlo solo lui quando necessario.

Zona pranzo

È lo spazio in cui, nel caso dei B&B, viene servita la colazione mentre nel caso degli appartamenti è la zona a disposizione degli ospiti per tutti i pasti della giornata. Può essere all’interno del soggiorno o in una stanza separata. Andrà attrezzata negli appartamenti con un solo grande tavolo mentre se si tratta di un B&B, dove sono sovente presenti vari nuclei familiari che non si conoscono tra loro, è consigliabile prevedere più tavoli di ridotte dimensioni.

Cucina

La cucina dev’essere di tipo professionale solo se si offre il servizio di ristorazione e dunque solamente qualora si intenda avviare un’attività di affittacamere. Indispensabile però che anche nel caso di B&B e appartamenti la cucina sia completa e accessoriata di tutte le attrezzature sufficienti alla preparazione e manipolazione dei cibi.
Essa dovrà essere dotata di:
CappaIsolata o integrata va montata sopra il piano cottura, è indispensabile per evitare che i fumi derivanti dalla cottura dei cibi ristagnino in cucina.
Piani cotturaa gas o elettrici ad induzione, più sicuri nella destinazione turistica ma più onerosi nei consumi. Consigliati sempre i 4 fuochi a meno che lo spazio sul piano di lavoro non sia ridottissimo.
Forno/microondeDa posizionarsi sulla base o su una colonna attrezzata, può anche essere di tipo combinato con il microonde, prodotto di nuova generazione, che fa risparmiare spazio.
Frigo/freezerIndispensabile il primo, molto meno il secondo, va posizionato in una colonna attrezzata che chiude su un lato la composizione della cucina. LavelliCon due buche o con una buca e uno scivolo a seconda delle preferenze, possono al limite essere ad una sola buca nel caso di cucine molto piccole. Servono per la pulizia degli utensili e per il lavaggio di alcuni alimenti
LavastoviglieLarga 45 cm come misura o 60 cm come misura standard, dovrebbe essere prevista in tutti gli appartamenti turistici. Per limitare i consumi di acqua è opportuno che sia a ciclo chiuso.
AffettatriceLa consigliamo solo in attività in cui sia il padrone della struttura o chi per esso ad utilizzarla, per via della pericolosità nel suo uso e per la difficoltà ad essere pulita in tutte le sue parti in termini rapidi. L’affettatrice è importante per servire una colazione all’inglese e per promuovere i salumi tipici del luogo.
Batteria di pentoleLa cucina di un appartamento turistico deve essere dotata se non di un’intera batteria almeno di pentole di diverse dimensioni, un pentolino e qualche padella. Nel caso di un affittacamere con servizio di ristorazione è invece meglio una batteria completa con in più un colapasta e alcune casseruole.
StoviglieIn quantità proporzionale al numero degli ospiti che si possono accogliere, le stoviglie si usano per la prima colazione ed eventualmente il pranzo e la cena. Per la colazione di ogni ospite bisogna prevedere una tazza da tè, una tazzina da caffè, un piatto e un piattino, posate e bicchiere.
Utensili variLa quantità e qualità degli utensili impiegati in cucina variano a seconda di ciò che si vuole offrire agli ospiti e a seconda delle abitudini di chi cucina in famiglia. Solo a titolo di esempio citiamo: coltelli a lama liscia o lama a sega, apriscatole, forbici, posate di ogni genere, taglieri, tostapane, bilancia e contenitori vari.

RICHIEDI UNA CONSULENZA GRATUITA

Bagno

A seconda delle leggi regionali, i servizi igienici possono essere condivisi con i proprietari o riservati agli ospiti. Per i B&B e gli affittacamere la normativa stabilisce un minimo di un bagno ogni 6 posti letto. Negli appartamenti i servizi igienici sono sempre ad uso esclusivo dell’ospite e devono essere nel numero di un bagno ogni 5 posti letto. L’altezza minima dei soffitti è 2,40 metri. Il bagno dovrà essere dotato di ottima illuminazione e di ampi specchi e basi d’appoggio. Se possibile, come nel caso degli hotel, consigliamo di dividere funzionalmente lo spazio wc/bidet dall’area bagno/doccia, collocando il primo in un ambiente chiuso a parte.

Area esterna e posti auto

Un plus importantissimo per le strutture turistiche, che costituisce motivo per essere scelti tra le tanti dai possibili clienti è un semplice giardino o un piccolo terrazzo, che può essere attrezzato con tavolini e sedie per la prima colazione, la lettura dei giornali o anche solamente per prendere il sole. Se lo spazio è più ampio si può pensare di disporre alcuni sedute più confortevoli, ombrelloni e giochi per bambini. Il posto auto, se non proprio all’interno della proprietà, deve trovarsi almeno nelle immediate vicinanze, meglio se coperto e videosorvegliato. Come extrema ratio si dovrà pensare ad una convenzione con un parcheggio comunale.

Impiantistica

L’illuminazione interna è molto importante per imprimere l’atmosfera che si vuole dare alla propria struttura ricettiva. Per tale ragione è indispensabile progettare contestualmente al resto anche l’impianto di illuminazione, scendendo fin nel dettaglio con il tipo di luci da utilizzare e la loro collocazione, che può essere di tipo integrato con gli arredi. Particolare attenzione va riposta inoltre al risparmio energetico; in questa direzione è possibile ricorrere ad una illuminazione del tipo a led. Per garantire agli ospiti un soggiorno gradevole, è obbligatorio al fine di ottenere un giusto comfort termico installare un impianto di riscaldamento per i mesi invernali e uno di climatizzazione per mantenere un clima fresco in estate. Mentre il riscaldamento va garantito in ogni locale, per la climatizzazione si può optare a seconda dei casi per un sistema a split che raffreschi le sole camere o, se impossibilitati, i corridoi così ogni ospite può approfittarne o meno chiudendo o aprendo le porte delle camere. Va da sé che quest’ultima è una soluzione di ripiego che può essere adatta per gli appartamenti dove tutti gli occupanti si conoscono, molto meno per i B&B dove ogni camera potrebbe ospitare un nucleo familiare sconosciuto ed esterno agli altri. I sistemi antifurto possono essere di diverse tipologie e più o meno sofisticati. Da quelli a raggi infrarossi ai tradizionali modelli a sirena, differiscono sia per il grado di sicurezza che riescono a garantire sia dal punto di vista dei costi

Dispensa/magazzino

Può essere utile per conservare bevande e scorte di alimentari, per cambi di biancheria, attrezzature e prodotti per la pulizia e in generale tutto ciò che si utilizza per l’attività, in modo da tenere in ordine il resto dell’abitazione

Materiali

Nel settore turistico ricettivo l’esigenza di utilizzare materiali durevoli ad alta lavabilità ci ha spinto verso una ricerca che spazia dai moderni materiali compositi come il legno laminato Hpl o i più performanti nano-tecnologici come il Fenix Ntm, passando per le più tradizionali laccature poliuretaniche. Tutti i materiali da noi utilizzati oltre che incontrare le esigenze specifiche del settore sono certificati secondo le caratteristiche riportate dalla direttiva CE 89/106 sui prodotti da costruzione e conformi al D.M. 9 Aprile 1994 in materia di prevenzione incendi.

Le soluzioni di arredo Clever

Clever è un marchio trevigiano che si è reso noto come produttore di composizioni cameretta per ragazzi, realizzate su misura e totalmente componibili. A catalogo propone molte soluzioni personalizzabili per creare ambienti moderni e accoglienti in qualsiasi struttura ricettiva.

Clever Nikai

Nikai è un letto singolo a scomparsa orizzontale commercializzato dall’azienda italiana Clever che è un produttore specializzato in arredamento di camerette per bambini e ragazzi. Questo letto vanta un’apertura a ribalta, disponibile anche nella versione Nikai Up con letto a castello. Il contenitore racchiude uno o due letti singoli disposti orizzontalmente e che vanno quindi ad occupare una profondità limitata una volta aperti. Questo rende Nikai e Nikai Up dei modelli adatti ad arredare monolocali, stanze di piccole dimensioni anche molto strette, soggiorni in cui sia necessario uno spazio per gli ospiti e case vacanza. Il meccanismo è agevole e sicuro al tempo stesso, con rete assistita che garantisce un'apertura dolce e silenziosa. La chiusura è studiata per prevenire un'apertura accidentale. Il letto singolo a scomparsa Nikai e il letto a castello Nikai Up è l'ideale per chi ha problemi di spazio in cameretta o per chi semplicemente voglia dei posti letto aggiuntivi. La scocca è realizzabile in melaminico o laccato; i frontali sono disponibili in melaminico e laccato, anche di 2 o 4 colori diversi a seconda del modello. Meccanismo e telaio rete sono in metallo verniciato bianco, come la scala del letto a castello.

Clever Nikai TV

Nikai TV è un letto a scomparsa singolo con mobile porta tv integrato completato da due colonne libreria. Il letto con apertura a ribalta è disponibile nei modelli "A" a terra e "B" a castello. Nikai TV è un'ottima soluzione per arredare monolocali e case vacanza, offrendo le comodità di due funzioni in un solo mobile da soggiorno. La struttura si compone di due elementi: un porta tv con vari ripiani libreria e un contenitore con letto singolo. In base alle disponibilità di spazio si può scegliere il modello con letto a terra, per un ingombro totale di 76,3 centimetri, o con letto a castello, con ingombro di 122 centimetri. Questo prodotto risolve i problemi di spazio offrendo una soluzione intelligente e bella da vedere, personalizzabile in numerose finiture di tendenza e colori vivaci. Le finiture e i materiali sono quelli del suo corrispondente Nikai.

RICHIEDI UNA CONSULENZA GRATUITA

Clever Nikai Shin

Shin è un letto ad una piazza e mezzo a scomparsa. Da chiuso appare come un elegante mobile armadio, all'occorrenza e con semplici e pratiche mosse si può trasformare in un comodo letto. Il meccanismo di apertura è perfettamente bilanciato e consente al letto di fermarsi in ogni posizione per garantire la sicurezza di chi lo usa. Il mobile che contiene questo letto è disponibile in tre profondità (cm 35,2 - 48 - 60,8) per adattarsi perfettamente a qualsiasi esigenza di spazio. A seconda delle necessità si può invece scegliere un letto singolo, ad una piazza e mezzo o matrimoniale. La vasta gamma di optional disponibili completa questo letto offrendo ulteriori vantaggi durante l'utilizzo. Un pouf da utilizzare come comoda seduta quando il letto è chiuso e da riporre sotto il letto quando aperto, una presa di corrente, una luce led e delle pratiche mensole. Scegliendo profondità cm 48 e 60,8 il letto è completato da un cuscino di testata imbottita. Il letto a scomparsa Shin è adatto per arredare sia la zona living sia la zona notte, utile soprattutto in monolocali o case di piccole dimensioni in cui è necessario bilanciare la funzionalità con gli spazi a disposizione. La scocca è realizzabile in melaminico o laccato; i frontali sono disponibili in melaminico e laccato. Il meccanismo è bianco o inox Blonde (con rete sempre inox Blonde).

Clever Yori

Yori Armadio è un mobile letto singolo con armadio scorrevole e scrivania integrata sul frontale. Lo scrittoio di cm 57 scende sotto la rete del letto rimanendo sempre parallelo al pavimento e il materasso, prima posto in verticale, viene posizionato in orizzontale, pronto per essere utilizzato. Lo spazio contenitivo superiore è facilmente accessibile grazie a due ante scorrevoli che svelano lo spazio utile per appendere abiti e vestiti. Questo prodotto è pensato per arredare case piccole, case per studenti, case delle vacanze e monolocali. Il meccanismo è brevettato, pratico e sicuro e la rete assistita assicura un'apertura dolce e silenziosa. Il mobile letto con armadio Yori può essere realizzato in melaminico o in laccato, anche abbinando due o più colori a seconda del modello. Meccanismo e telaio rete sono in metallo verniciato bianco o in inox Blonde.

RICHIEDI UNA CONSULENZA GRATUITA

Ti sei perso il nostro articolo su Aprire un bed and breakfast?


LEGGILO SUBITO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

6761bb8e9fbc7099036f9dea95c55de4